viaggi

VI PRESENTO L’ALBERO DEL RICCIO

13 maggio 2016
agriturismo-albero-del-riccio-lago-trasimeno

Un sito preso e lasciato da un anno e una pagina Facebook tenuta lì, non pubblicata, per nove mesi.

Aspettare che tutto sia pronto, perfetto, in ordine mi fa solo perdere tempo.

Perché io non sono mai pronta, perfetta, in ordine.

Io sono smandrappata, il più delle volte. E restare in attesa che questo cambi mi fa solo stare male.

Tutto questo per dirvi che da qualche minuto è finalmente online la pagina Facebook e il sito de L’albero del riccio.

La prendo larga, ma sarò breve. Nel 1979 mia madre fa questo disegno.

agriturismo-albero-del-riccio-lago-trasimeno-disegno

In famiglia forse siamo un po’ streghe, perché mia madre prevede il futuro e riesce a disegnare quasi alla perfezione quella che di lì a 20 anni sarebbe stata la sua casa, in campagna, a Passignano sul Trasimeno.

Dal 1998 a oggi sono successe un sacco di cose. Dovevamo trasferirci tutti lì, in quella casa di campagna, ma alla fine non è andata così. Mio padre viene costretto a trasferirsi a Milano per lavoro, io vado a vivere a Firenze e poi torno a Roma, dove sono nata e dove non ho più una casa, perché quella che c’era è stata venduta per esaudire questo desiderio lungo 20 anni.

Nonostante tutta la fatica e l’impegno dei miei genitori questo posto non vedeva sorrisi. Quindi io, un paio d’anni fa, decido che quella casa, quel sogno, deve prendere forma, deve diventare realtà.

Oggi non è pronto, non è perfetto, non è in ordine. Ma è reale.

agriturismo-lago-trasimeno-albero-del-riccio

Si chiama L’albero del riccio, che è il nome di una raccolta di lettere/racconti che Antonio Gramsci scrisse ai suoi figli mentre era in carcere. Nel 1998 avevo letto quel libro. È rimasto quel nome, e una copia rossa che si è scolorita sulla costola e ha le pagine ingiallite.

Nelle settimane, nei mesi e spero negli anni, questo posto diventerà sempre più accogliente, più vivo, più bello. Spero di riuscirci anche grazie ai vostri consigli e agli stimoli che nel tempo molti di voi mi hanno dato, voi che avevate capito quello che stava succedendo e mi avete detto che non dovevo smettere di crederci mai.

Io non ho smesso di crederci, anche se a volte è difficile, molto difficile.

Oggi faccio un respiro grosso e butto fuori tutto. Perché non sono pronta neanche un po’, ma sento che devo partire. Devo farlo per quel disegno, per quel sogno. Per il futuro che vedo lì.

Tutte le foto sono di giuliegiordi. Altre immagini su www.alberodelriccio.it e su Instagram @alberodelriccio

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Valentina 13 maggio 2016 at 13:58

    Che emozione Miriam! Ti faccio tanti auguri e un grosso in bocca al lupo per questa grande meravigliosa avventura.
    Spero tanto che adesso questo luogo da sogno cominci a portare tanti sorrisi.
    Io intanto me lo salvo nei preferiti… vorrei tanto far conoscere al mio ragazzo questa parte meravigliosa dell’Italia!

    • Reply la cynique romantique 13 maggio 2016 at 14:03

      Ma grazie, davvero! Vi aspetto 🙂

    Leave a Reply